Comunità italiana: intervista a Topastro

Oggi scopriamo una strana creatura, un Topastro con 5 piedi nativo del Salento 🙂

Il tuo vero nome:
Giuseppe

Chi sei? Parlaci di te
Sono un ex sportivo, laureato in Scienze Politiche, appassionato di giochini manageriali.
Ho iniziato intorno al ’99 con il risiko, poi nel 2003, la svolta con Hattrick e da lì, moltissimi… ma sono rimasto affezionato solo a pochi: Hattrick, Sokker, Goleada e GPro.

Quale squadra/e tifi nel calcio reale?
Il Lecce, fin da ragazzino, ho fatto tutta la trafila, dalle trasferte in treno a Lecce (hahaha) che duravano una giornata intera, negli anni ’80 all’abbonamento in tribuna centrale, che ritengo un buon equilibrio tra il piacere di vedere la partita e le frasi memorabili dei tifosi intorno, che valgono quanto il prezzo del biglietto, per la colorita saggezza popolare. 😀
Insomma, mogli tante, ma squadra solo una, in qualsiasi categoria giochi.

Raccontaci una curiosità legata alla tua vita reale
Sono un pallosissimo cittadino modello, in pratica uno svedese che vive in Italia, ma l’unica regola che proprio sento contraria alla mia libertà sono i limiti di velocità, li infrango anche da fermo, ma solo se, quando, dove e come… incidenti zero in tanti anni di patente, macchine sempre nuove, anche dopo 10 anni e qualche dolorosissima, per me, ammaccatura del solito imbecille che ti parcheggia addosso quando non ci sei.

IL V PIEDE. Ci spieghi perché hai scelto questo nome per la tua squadra?
Il nome della squadra nasce da una barzelletta che nacque con la mia ex fidanzata.
In pratica comprai una rete per il letto, che aveva un quinto piede centrale per dare più stabilità e pare che abbia usato così tanta enfasi nel nominare il superaccessorio del quinto piede, da diventare un tormentone. 😀

E TOPASTRO? Perché questo username?
Questo è più “normale” come episodio: è semplicemente uno degli epiteti che utilizzavamo per nominare il mio caro amico Tommy (Marvelmouse)… ormai da decenni.
In Goleada l’ho usato in onore a lui, che è sempre uno dei giocatori più forti in qualsiasi gioco si cimenti, davvero una persona notevole e che si dedica alle cose che fa.

E una curiosità, qualcosa che non tutta la comunità conosce, legata alla tua permanenza in Goleada
Prima, come qualcuno ricorda, ero molto attivo, sono stato il primo a giocare in serie A, tra l’infornata dei colleghi di sokker, adesso, purtroppo, vivacchio, non ho abbastanza tempo da dedicare al gioco per essere competitivo, spero di tornare a poter seguire il gioco in maniera adeguata.

Ricordi una partita di Goleada memorabile?
I derby con marvelmouse sono sempre partite memorabili, anche se vince quasi sempre lui 😀

Da molto tempo sei su Goleada. Quale aspetto ti diverte di più?
La partita live, con la possibilità di intervenire in diretta in ogni aspetto è una genialata che rende Goleada uno dei giochi migliori tra i manageriali, unico nel suo genere.

Cosa invece ti infastidisce di più di Goleada?
Alcuni aspetti corrotti che erano palesi un tempo, non mi piacevano. Ma è inutile rivangare certe cose.

Conclusioni dell’intervistatore
Da tempo non giochiamo contro, ma ricordo che mi piaceva, proprio come il sopracitato Marveltopo, perchè per mettere la squadra in campo seguiva le proprie idee e non le “mode” del momento. Intraprendenza che ho sempre apprezzato ma poco praticato direttamente. Quindi, in attesa di ritrovare almeno uno dei 5 piedi in A e di avere Giuseppe come Toscano di adozione (pare che si trasferirà)… FORZA PIEDI TUTTI!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.