Comunità italiana: intervista a Stefano

Non si è mai affacciato alla serie A ma è un grande affezionato di Goleada… andiamo a conoscere il nostro Stefano

Chi sei? Parlaci di te
Stefano è il mio nome ho la bellezza di 61 anni ma mi sento un ragazzino. Sono sposato, ho un figlio e una moglie che adoro e siamo entrambi in pensione, io da 2 anni mia moglie da questo settembre. Mi piace la buona cucina e io che sono parmigiano doc e vivo in Parma amo cucinare. Oltre a questo mi piace il basket e seguo la Reggiano Unihotel poi naturalmente tifo per la mia città natale Parma 1913, sono abbonato al calcio con la TV e inoltre amo il teatro dialettale.

Quale squadra/e tifi nel calcio reale?
Come già anticipato sopra, il Parma 1913

Una curiosità legata alla tua vita reale
Una curiosità su di me mi vesto sempre di azzurro , blu’ e bianco non porto mai altre tinte.

Mi dedico al volontariato del mio paese in ogni sua forma e richiesta mi piace essere utile alla società.

Non sono sui social e mi piace mantenere la privacy non pubblico mai fotografie mie e amo il ciclismo seppur non lo pratico non perdo mai il giro d’Italia e vado sempre con tre miei amici a vedere la tappa delle Dolomiti.

Millefiori. Ci spieghi perché hai scelto questo nome per la tua squadra?
Facilissimo amo il miele ne vado pazzo e il millefiori e’ il mio preferito.

Da molto tempo sei su Goleada. Quale aspetto ti diverte di più?
Goleada è un passatempo piacevole mi piace condurre una squadra e poter partecipare a tornei contro altri manager ma non mi pongo traguardi… il divertimento è imperativo.

Cosa invece ti infastidisce di più di Goleada? 
Se devo trovare un difetto al gioco a essere pignolo trovo la gestione della partita troppo imperativa chi non può essere davanti al computer non può fare cambi tattici e sostituzioni mentre si dovrebbe poter impostare la tattica anche prima dell’incontro con almeno quattro sostituzioni e cambio tattica.


Conclusioni dell’intervistatore

Premesso che io e Stefano non siamo poi così lontani di età, di lui mi piace moltissimo lo spirito da ragazzino e lo spirito sportivo che dimostra. La prima partita che ebbi il piacere di vedere di Stefano, si stava divertendo un sacco e mi è rimasto questo ricordo.

W lo sport!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.