Comunità italiana: intervista a Michelino

Andiamo a conoscere un poco meglio uno storico manager, già vincitore di 2 coppe italia e una grande militanza in A con memorabili campionati: Michelino de I Picciriddi

Il tuo vero nome:

MICHELE

Chi sei? Parlaci di te

Ciao a tutti sono un quarantenne sposato con 2 figli. Sono cresciuto a Pozzallo (RG) e oramai da 15 anni abitiamo a Genova per lavoro. Mi piacciono tutti gli sport ma in primis il calcio, che a volte pratico in modo agonistico (mondo uisp).

Quale squadra/e tifi nel calcio reale?

Come squadra del cuore da piccolo variavo in base chi vinceva il campionato italiano 🙂 oggi tifo Inter… non sono uno scatenato tifoso ma uno spassionato sportivo!!

Una curiosità legata alla tua vita reale

Domanda difficile… più che altro curiosa!! Forse per adesso non ne trovo una da raccontare… momentaneamente sono state azioni reali ponderate!!!

Una curiosità, qualcosa che non tutta la comunità conosce, legata alla tua permanenza in Goleada

Rimango ancora a giocare su goleada per gli amici virtuali.

Ricordi una partita di Goleada memorabile?

Uno dei primi campionati dove c’erano pochi manager attivi e bravi… mi ricordo il dominio di LBB (La Banda Bonnot) e durante una stagione mi trovavo a +5 con due giornate da giocare x vincere la competizione… invece il “random” volle che le due partite fossero di sconfitta!!! Da quel giorno ce l’ho sempre col random di goleada!!!

Da molto tempo sei su Goleada. Quale aspetto ti diverte di più?

Leggere i commenti di tutti, o quasi, i manager presenti su Goleada… che ridere!

Cosa invece ti infastidisce di più di Goleada?

Due cose principalmente:
La prima è il mercato, giocatori troppo esosi… è vero che devi spendere troppo x avere un giocatore top ma dovrebbero esserci dei limiti di compravendita x cercare di non creare (secondo me già esistenti come il mondo calcistico reale) delle caste.
Seconda cosa la non possibilità di mandare più giocatori ad allenarsi durante il weekend!!!

Conclusioni dell’intervistatore:

Michelino è un esempio. Ha un passato glorioso e malgrado adesso militi da alcune stagioni in serie minori non ha perso la voglia di giocare. Un esempio che a me piace, uno dei manager per i quali la vittoria non è tutto ma passare qualche minuto di svago conta di più.

FORZA PICCIRIDDI
ececchi

I Picciriddi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.