Comunità italiana: intervista a Maxdino

Seguendo le orme delle oramai famose interviste di Pipo68 io e Diana Millan abbiamo pensato di estenderle, avviando una serie di interviste per far conoscere meglio la comunità italiana. Partiremo da manager storici e da manager che si stanno dimostrando particolarmente appassionati.

Si parte con Maxdino…

Il tuo vero nome:
Massimo Di Noia

Chi sei? Parlaci di te
Malato di musica occidentale, giovanile, popolare soprattutto, ma non solo… umile operaio per scelta, comunista per formazione, sindacalista di conseguenza.

Odio gli ignavi e i maleducati, apprezzo chi riesce ad andare aldilà del bene e del male, con coraggio.

Quale squadra tifi nel calcio reale?
Di famiglia gobba, romanista fin dall’età di 3 anni. L’ottavo re di Roma brasiliano ha lasciato il segno… Ma il calcio è sempre meno nei miei pensieri…

Una curiosità legata alla tua vita reale
Sempre pensato di poter/dover vivere da solo, e mi sono ritrovato con una moglie speciale e due cani adorabili (diciamo uno via…)

Una curiosità, qualcosa che non tutta la comunità conosce, legata alla permanenza in Goleada
Goleada è iniziata come un gioco fra amici che avevano sempre più difficoltà a ritrovarsi… la permanenza è ora legata alla volontà di non retrocedere e mantenere questo unico primato…
Ma fondamentale mi piace, e serve come svago per staccare dagli impegni quotidiani…

Ricordi una partita di Goleada memorabile
Tante… Soprattutto le finali perse…
Ma la più bella la vittoria della Coppa UEFA contro l’allora RE Maxstirner… Seguita dal telefono in mezzo ad una riunione con mossa tattica all’88esimo e gol decisivo al ’90.

Da molto tempo sei su Goleada. Quale aspetto ti diverte di più?
Indubbiamente il live, con l’editor.

Con qualche correzione leggera e implementazione interessante potrebbe diventare davvero notevole.

Cosa invece ti infastidisce di più di Goleada?
Il contrario di sopra, cioè il fatto che si sia rinunciato a migliorare il migliorabile e a tentare di far crescere il gioco come comunity.

Conclusioni dell’intervistatore

Con Maxdino siamo amici anche nella vita reale e condividiamo questo primato: non essere mai retrocessi in serie B… ma lui gioca da molto più tempo di me, quindi per questa particolare curiosità resta leader indiscusso! A questo giro avevo sperato potesse retrocedere, ma niente… mi sa che si salva anche ora 🙁

Massimo è veramente una brava persona e con piacere abbiamo avviato questa serie di interviste con lui.

Forza Lupi ASTRONZI!
ececchi

AS Tronzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.