Comunità italiana: intervista a Greppolino

Oggi andiamo a conoscere un altro manager di quella tipologia che adoro tanto, quelli che giocano per divertirsi senza l’assillo della competizione a tutti i costi: Greppolino

Il tuo vero nome:
Enzo Kiem

Chi sei? Parlaci di te
Sono di Merano, una città in provincia di Bolzano. Mio cugino Hannes giocava in serie C, nell’Alto Adige/Sudtirol fino a qualche anno (2) fa.
Io sono un avvocato, lavoro in città a Bolzano. Sono sposato ed ho due figli. Mia moglie è ucraina di L’Viv e molte cose derivano da questo.

Quale squadra/e tifi nel calcio reale?
Io sono interista, ma ovviamente tifo anche per la Dinamo Kiev e per lo Shaktar Donetsk.

Raccontaci una curiosità legata alla tua vita reale
Avevo iniziato in gioventù a correre con i kart ed ero arrivato fino alle formule minori, ma i soldi non bastavano. Allora ho deciso di continuare gli studi e di laurearmi a Milano.

Alla’s Randlers. Ci spieghi perché hai scelto questo nome per la tua squadra?
Il nome di mia figlia piccola, Alla, che è un martello quando piange…

E Greppolino. Perchè questo nome utente?
Mia nonna materna era di Mantova e faceva un piatto con il grasso fritto che si chiamava Greppoline. Io ne andavo matto…

E una curiosità, qualcosa che non tutta la comunità conosce, legata alla tua permanenza in Goleada
Trovata per caso, adottata per passione. Una volta giocavo, quando avevo tempo, a Football Manager. Il mio gioco preferito, comprato ogni anno per diverse volte.

Ricordi una partita di Goleada memorabile?
Nessuna in particolare, forse la prima grande sconfitta, la prima vittoria e la prima promozione.

Da molto tempo sei su Goleada. Quale aspetto ti diverte di più?
Il tempo che permette di dedicargli. Non troppo, non con complessi cavilli. Semplice ed immediato.

Cosa invece ti infastidisce di più di Goleada?
Sinceramente il sistema di aste, che mi ha sempre dato dispiaceri. Quando non si ha tempo per entrare, non puoi giocare all’offerta/domanda…


Conclusioni dell’intervistatore

Una curiosità allora la racconto anche io (che non conosce nemmeno Greppolino). Da tempo siamo (con mia moglie) tifosi degli Alla’s. La nostra passione deriva dal giorno in cui vedemmo una squadra in B che aveva iniziato a perdere con tante decine di gol subiti a partita (al tempo non c’erano tante squadre semibot come ora, non c’era l’editor tattico) e per curiosità andammo a vedere come mai… ci accorgemmo che stava giocando senza portiere. Forse era infortunato diverse giornate e non collegandosi tutti i giorni non si era accorto… sommato questo al suo username tenerissimo (Greppolino), diventammo accaniti tifosi dei Randlers!

QUINDI FORZA ALLA E FORZA TUTTI I RANDLERS! 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.