Comunità italiana: intervista a ececchi

Ho un buco temporale in attesa di alcune interviste che ho “commissionato” e, dato che nessuno intervista me, ho pensato di riempire il bu’o parlando di me medesimo. Si, vi tocca anche questa 😛

Il tuo vero nome:
Emiliano Cecchi

Chi sei? Parlaci di te
Sono un giovane neo cinquantenne informatico per cocciutaggine, ovvero, in realtà ho la 3a media ma da ormai 23anni e rotti mi sono convinto di poter fare l’informatico ed è da allora che ho una mia Web agency a Pisa, dove vivo. Sono sposato con Diana, ma questo oramai tutti lo sanno.

Quale squadra tifi nel calcio reale?
Nato in una famiglia interista, per fortuna un giorno si è acceso il sole ed ho iniziato a tifare Roma. Passione che adesso condivido con grande gioia con mia moglie che per fortuna guarda le partite con me. Sono però anche tifoso della squadra della mia città Pisa, ma aimè queste no, queste Diana non le guarda. Del resto nasce livornese e non si può pretendere troppo 😉

Una curiosità legata alla tua vita reale
Ho fatto il servizio militare in 3 corpi diversi, questo credo sia raro: il CAR in fanteria a Casale Monferrato, tutto il servizio a Pisa nei Paracadutisti (lanci compresi), ultimi 3 mesi a Roma in Cavalleria a Montelibretti dove fui mandato in punitiva dopo che mi avevano beccato a scappare di caserma per andare in giro ed a dormire a casa 🙂

Rientrato dal militare ho iniziato a lavorare in lavanderia, stiravo ed ero anche bravo. Fu lì che (r)iniziò la mia passione per l’informatica quando feci acquistare il computer per gestire tutte le attività di lavanderia (fummo tra i primi ad averlo in una lavanderia, almeno a Pisa). Da autodidatta, la notte, iniziai a studiare fino a quando arrivarono le prime commissioni che mi spinsero ad aprire una partita iva prima ed una Srl poi.

Una curiosità, qualcosa che non tutta la comunità conosce, legata alla permanenza in Goleada
Della moglie e degli altri amici pisani oramai tutti sanno. Magari in pochi sanno che nella visualizzazione 3D nei cartelloni pubblicitari si vede quello di un mio sito Freeonline.it, da oramai molto tempo presente.

ECROMA. Ci spieghi perché hai scelto questo nome per la tua squadra?
Intuitiva la cosa, EC sono le mie iniziali, Roma la squadra der core mio. Da AS Roma ad EC Roma la strada è stata breve. Lo usavo già nel fantacalcio molti anni fa.

Ricordi una partita di Goleada memorabile?
Eccome no. La finale di coppa UEFA (Medalist) con Maxdino stagione 49. Perdevo 3-2 quando a 3 minuti dalla fine Otello Oriolo di testa pareggia e ci manda ai supplementari. Sempre Otello Oriolo a 1 secondo dalla fine dei supplementari piazza da lontano un tiro sotto l’incrocio regalandoci la coppa ed il 4° gol personale della serata. Sul canale Youtube di Goleada ci sono sempre gli highlights 🙂

Da molto tempo sei su Goleada. Quale aspetto ti diverte di più
Mi diverte l’editor tattico e guardare le partite in 2D. Mi diverte il campionato italiano perchè alle partite si intrecciano le storie dei manager e delle persone. Mi diverte anche la vita della community e partecipare ad essa.

Cosa invece ti infastidisce di più di Goleada?
Da molte stagioni non partecipo più alle coppe europee. O meglio, se mi qualifico partecipa la squadra ma io, tolte alcune occasioni, difficilmente gioco i live e comunque non gioco con l’ambizione di vincere. I motivi sono una somma di fattori, il principale è dato dall’orario… in particolar modo d’estate con l’ora legale per me è proibitivo. Gli altri fattori non li cito, sono opinabili ma di fatto mi tolgono una buona parte di divertimento.

Un commento alla foto, perché ti rappresenta?
Perché l’ho scelta mi pare ovvio no? Perché il berretto copre la pelata e questa non è mai una brutta cosa 😀


Conclusioni di me medesimo

Abito in una frazione che partecipa allo storico “Gioco del ponte” di Pisa con il nome di Satiri ed il cui motto è “Vecchio e decrepito io sono ma portami rispetto o ti bastono” 😛

Ubicumque imperent nobis

ECRoma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.